Menu news

Filtra News Per Anno

28/08/2015

Scegliere un pavimento in legno: sposare la tradizione

Laminato, LVT, materiali ibridi: per chi cerca un rivestimento per pavimenti negli ultimi anni le alternative al legno tradizionale si sono moltiplicate, raggiungendo livelli di qualità elevati.

Il legno però resiste e rimane in alcuni casi una scelta irrinunciabile.

Introdotto in Francia verso la fine del Seicento nelle case delle famiglie agiate, come alternativa più gestibile rispetto al marmo, con il tempo il parquet (che deriva dal francese parchet che significa “piccolo parco”, nel senso di piccolo spazio chiuso) è diventato un'opzione accessibile ai più.

Tre sono le principali ragioni che spingono in questa direzione: è un prodotto naturale, caldo e dalla durata illimitata. Inoltre si è dimostrato capace di rimanere al passo con i tempi.

Skema ad esempio offre la linea Oximoro dove il cliente può riscoprire i pavimenti di un tempo scegliendo un effetto invecchiato, tarlato, taglio sega, oppure una spina francese reso moderno da un effetto verniciato tortora. (scelto dalle librerie Rizzoli per il loro prestigioso negozio di Milano)

Occhio agli aspetti da considerare nella scelta del pavimento in legno

Per chi si appresta a scegliere un pavimento in legno ci sono diverse caratteristiche di cui tenere conto.

  • Formato. Le dimensioni delle doghe possono variare di molto, adattandosi alle superfici da ricoprire. Bisogna tenere a mente che negli spazi piccoli si preferiscono dimensioni ridotte, mentre situazioni come open space vengono valorizzati con doghe di importanti dimensioni.
  • Finitura. La scelta della finitura non si limita più a lucida o opaca come un tempo. Oggi troviamo infatti diverse possibilità come olio, vernice UV, vernice all'acqua, laccatura.
  • Lavorazioni. Esempi di opzioni possibili sono la piallatura, spazzolatura, taglio sega, ossidazione, tarlatura.
  • Spessore e numero di strati. Skema propone pavimenti in legno da 10 mm o 15mm a due o tre strati. Lo spessore ridotto è consigliato per ricoprire un pavimento esistente, con tecnica incollata; il tre strati è indicato per le tavole di grandi dimensioni e la posa flottante.

Scegliere è facile con il Progetto Live On Demand

Per i clienti più esigenti, Oximoro di Skema include il progetto Live: le doghe vengono lavorate direttamente secondo le opzioni richieste dal cliente. Live On Demand realizza per ciascun cliente il pavimento perfetto mettendo a disposizione l'esperienza e la professionalità di maestri artigiani. La più ampia gamma di opzioni possibili, una grande flessibilità di esecuzione e assistenza nella scelta: ecco la nostra filosofia.

News correlate