Menu news

Filtra News Per Anno

  

Le tendenze 2018 dell'interior design secondo gli esperti

Nel mondo dell'interior design è importante conoscere le tendenze che si prefigurano per i mesi a venire. Come nell'ambito della moda e di tutti quei settori in cui lo stile e il rinnovamento contano, anche per chi progetta gli ambienti è importante restare al passo con le novità che il mercato offre.
 
Ma quali sono le novità e le tendenze che vedremo nel 2018?
Noi siamo andati a consultare alcuni dei più seguiti e autorevoli siti e blog del settore e vi riassumiamo in questo articolo ciò che emerge in fatto di trend 2018.
 

Vintage, industrial style e ultra violet

 
Le parole chiave che segneranno il design del 2018 secondo Pianetadesign sono retrò, mix tra moderno e passato, cucina e colori forti.
Stando alla rivista online, il vintage, accompagnato all'industrial style avrà la meglio nell'interior design di quest'anno, e l'ambiente che più ne sarà influenzato è la cucina. Si prevede un forte recupero di oggetti antichi inseriti in contesti moderni, mattoni e tubi a vista, ma anche un intenso utilizzo del legno e del metallo. I colori sono quelli indicati da Pantone che ha eletto l'Ultra Violet come tinta dell'anno a cui si accosteranno il verde e il rosso.
 
La praticità del laminato e il suo aspetto tradizionale è un connubio perfetto tra moderno e vintage, come questo Living, Vision Syncro Parquet Grigio.

Rosa, il colore che rassicura

Di tutt'altro avviso è il blog "La tazzina blu" che prende a riferimento il Global Aesthetic Center di AkzoNobel e punta su una tonalità di colore per il 2018 chiamata Heart Wood.
Ispirato ai toni del legno è un colore rassicurante, accogliente e confortevole. Nell'articolo si possono vedere esempi pratici di come questo colore, che ricorda a tratti il rosa, a tratti il tortora, si può inserire nei vari contesti di interior design.
 
Noi abbiamo abbinato a questa tonalità il parquet della linea Oximoro Nec Square.

Più che stili, scelte di vita per Houzz

 
Il portale che sempre più sta intercettando l'interesse di privati e professionisti nell'ambito dell'abitare, ha redatto un articolo sulle prospettive verso il 2018 legato ai temi che influenzeranno il nostro vivere quotidiano e di conseguenza anche il nostro progettare e arredare.
Rallentare e semplificare il ritmo e lo stile di vita, sempre di più le persone capiscono il valore del tempo che va assaporato e usato a pieno. In casa si traduce scegliendo materiali naturali, tonalità rilassanti e progettare angoli dedicati al relax e alla meditazione.
Vivere in spazi multifunzione dato che gli ambienti abitativi sono sempre più ridotti e spesso sono sia casa che spazio di lavoro.
Voglia di verde e di natura in contrasto con la vita di città. Le nuove generazioni sono attente all'ambiente e sempre di più sentono il richiamo alla terra, e se vivere in campagna non è possibile, allora è la natura ad entrare nei nostri spazi.
 
Multifunzione, come le pareti del sistema Vertical che sono decorative, ma anche fono correttive, ideali in ufficio ma anche nell'angolo di casa dedicato allo studio e alla concentrazione.

Tridimensionale, effetto tessuto e vintage

 
Le superfici devono dare sensazioni, perciò i rivestimenti per pareti e pavimenti devono essere materici e far sentire sotto le dita un'emozione che sia tattile e non solo visiva. Questo, ci dice Architempore, è uno dei trend più sentiti del 2018. La vera tendenza, che ha avuto delle anticipazioni anche nel 2017, ma che esploderà nel 2018 è l'effetto tessuto applicato a materiali come il laminato e la ceramica. E ancora vintage con la riproduzione di cementine, pattern geometrici e colori caldi.
 
Un esempio è il nostro Vision Syncro Tiles perfetto anche a parete.

Quello che i designer non vogliono vedere nel 2018

 
Infine, chiudiamo con quello che NON vedremo più, o almeno con quello che gli interior designer intervistati da AD Architecturaldigest non vorrebbero più vedere in questo 2018.
Ecco un elenco di cosa hanno espresso progettisti come Janie Molster, Michael Berman, Roger Higgins e Frank Ponterio:
  • Viva il colore, basta bianco,
  • Sì al legno pregiato e finiture multistrato, basta mobili grezzi non rifiniti,
  • Basta tinte pastello, sì a colori forti,
  • Il gress effetto legno ha fatto la sua era, se proprio lo vuoi scegli un pattern diverso, oppure punta al legno vero,
  • Tornare alla cura dei dettagli e a materiali di alta qualità,
  • Basta accostare elementi che sembrano raccolti a caso e non hanno armonia tra loro.