Menu news

In evidenza

Filtra News Per Anno

21/12/2018

Franco Driusso e la direzione artistica di Skema

L'ultimo mese dell'anno per Skema è foriero di importanti novità.
Nasce una nuova partnership strategica con l'affermato interior designer Franco Driusso, che da dicembre ha assunto la direzione artistica di alcuni aspetti chiave all'interno della nostra azienda.

Per raccontarvi le dinamiche che hanno portato Skema a varare questo ambizioso progetto, abbiamo intervistato l'architetto Franco Driusso e con lui abbiamo ricostruito il percorso e le ragioni che hanno dato vita alla partnership.

Partiamo dalle origini, com'è nata la collaborazione con Skema?

Conoscevo l'azienda ormai da molti anni, ho sempre considerato Skema un partner a cui poter chiedere soluzioni specifiche per la realizzazione dei miei progetti. Assieme più di una volta abbiamo portato avanti la ricerca del materiale e del colore che si adattassero perfettamente al mood ideato, tutto ciò è stato possibile anche grazie alla realizzazione di prodotti custom. Possiamo dire che proprio dal concetto di mood nasce la nostra collaborazione, Skema infatti porta avanti la mia stessa filosofia arredativa che guarda all'insieme, che pensa al singolo elemento sempre come componente di un disegno corale degli ambienti.

Con questa partnership si incontrano due mondi, entrambi appartenenti all'interior design, ma che a volte parlano linguaggi differenti.

Lo scopo di questa collaborazione può essere identificato nel desiderio di avvicinare ulteriormente Skema al mondo dell'architettura e del design?

Lo scopo del mio intervento è sicuramente quello di creare un ponte solido e duraturo tra l'azienda e il mondo dell'interior design. Ma la nostra mission è quella di potenziare l'identità Skema, già oggi presente sul mercato delle superfici con soluzioni distintive, attraverso un percorso che ne esalti il brand e lo renda riconoscibile fin dal primo sguardo in tutto il mondo. Stiamo lavorando fin da ora a soluzioni con una forte impronta identitaria, che escono dai paradigmi di comunicazione tradizionali del settore e si concentrano sulla mission di Skema: essere un produttore di superfici tecnologiche attento ai mood emozionali di riferimento, dove si percepisce in modo forte il gusto italiano.

Torna forte il concetto di mood, trait d'union tra le parti e parola chiave. In quali ambiti potremmo vederlo espresso all'interno di questo progetto?

Il mood resta protagonista del nostro operato e i nostri sforzi si concentrano nel portarlo in una dimensione concreta. Questo significa che il mood sarà tradotto in nuove collezioni che puntano ai cromatisi e che vogliamo diventino vere icone del brand Skema.
Il mood sarà esso stesso uno mezzo di comunicazione, ne veicolerà gli strumenti e influenzerà l'immagine stessa con cui Skema si presenta nel mercato di riferimento. 
Sarà un nuovo modo di comunicare, che renderà i corner Skema molto più dinamici, modulari, estremamente d'impatto e attrattivi. Quello che vogliamo fare è cambiare l'idea che le persone hanno del mercato delle superfici, riuscire a portarle in una nuova dimensione dove, grazie al concetto di mood, possiamo regalare molto più di una vaga immagine del progetto, vogliamo farle entrare a 360° in un'idea che prede forma.
L'esperienza del prodotto sarà creata anche all'interno di alcuni ambienti della sede Skema, dove vogliamo che la visita in azienda, che sia commerciale o tecnica, si trasformi in un'esperienza narrativa della qualità.

 

Franco Driusso Architetto / biografia

Semplicità Complessa è la cifra stilistica che contraddistingue il processo creativo del poliedrico progettista.
Laureato in Architettura a Venezia con indirizzo tecnologico consegue successivamente il master in Disegno Industriale presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia.

Co-founder dello studio DriussoAssociati | Architects con sede a Mestre Venezia, opera in ambito internazionale nei settori del Brand Design, dell'Architettura, dell'Industrial Design, del Retail Design e degli Interiors. Numerose sono le collaborazioni con importanti aziende e gruppi industriali per i quali, oltre all'Art Direction per il coordinamento dell'immagine, progetta prodotti, showroom, negozi e nuove sedi operative.

L'approccio progettuale è particolarmente attento alla ricerca formale, alle innovazioni tecnologiche e alle sperimentazioni sui materiali. Lo sviluppo del dettaglio e la sensibilità nell'utilizzo della luce e della materia come componente fondamentale del progetto sono gli elementi caratterizzanti del processo creativo. Da sempre appassionato di fotografia fino a farla comunque rientrare nell'ambito della propria professione.

Ha progettato showroom per varie aziende in Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Messico, Stati Uniti, Canada, Emirati Arabi Uniti.

Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti in ambito internazionale nel settore del Design e dell'Architettura tra cui i prestigiosi Good Design Award del Chicago Athenaeum Museum of Architecture and Design, l'Interior Innovation Award e il Design Preis Deutschland Award del German Design Council.

Leggi anche l'intervista a Franco Driusso dedicata al mood e al Salone del Mobile di Milano.

 

 

News correlate