Menu news

In evidenza

Filtra News Per Anno

  

Molto rumore per nulla

Perché basterebbe poco per eliminare il rumore che ogni giorno dobbiamo sopportare tra lavoro, palestre, ristoranti e in tutti gli spazi pubblici dove l'acustica è mal gestita.

Molto rumore per nulla, lo aveva scelto Shakespeare per intitolare la sua famosa commedia dove non si fa che parlare, litigare, discutere senza arrivare a nulla di che. Lo diciamo anche oggi, che siamo circondati da input, stimoli e impegni.

Frenesia e rumore

La vita in questa società sempre più frenetica e indaffarata a volte è difficile da affrontare. L'avrai pensato anche tu, magari tutte le volte che in ufficio non riesci a sentire la voce di chi ti parla al telefono perché i colleghi fanno troppo rumore, oppure in palestra, dove vorresti tanto seguire le indicazioni dell'insegnante di zumba, ma non senti quel che dice e finisci ad essere sempre quello fuori tempo. E quante volte in hotel hai dormito male per colpa dei rumori che si sentivano dal corridoio? In tutte queste situazioni, se ci hai fatto caso, la cosa più fastidiosa è proprio il rumore. Anche a teatro o ad un concerto la cosa più frustrante è non sentire bene l'attore o il cantante, magari per colpa del vicino che commenta ogni battuta o magari a causa del cattivo riverbero del suono.

Insomma, sappiamo sopportare la folla, sappiamo sopportare il traffico che ci tiene in coda, ma quello che davvero ci rende intolleranti è il rumore fastidioso.

Eppure si tratta davvero di troppo rumore per nulla, perché la scienza ci è venuta in soccorso già da tempo ma ancora si tende a progettare gli spazi solo con gli occhi e non con le orecchie.

Dove star bene

Ricreare un ambiente di benessere, l'abbiamo visto anche all'ultima edizione del fuori salone di Milano, oggi è facile. Al White in the City appena si varcava la soglia dell'ex chiesa di San Carpofaro si veniva accolti da un ambiente rilassato e rilassante, il benessere era nell'aria e circondava come un abbraccio i visitatori. Uno dei fattori che contribuiva a questo effetto era l'acustica dell'installazione che permetteva di sentire e farsi sentire senza sforzi e lasciava che la musica di sottofondo ti cullasse.

L'isolamento acustico e la correzione acustica sono pratiche che oggi possiamo adottare in tutti gli spazi, sia pubblici, sia privati.

Suono e Benessere nei luoghi

Una delle necessità più sentite nei condomini è proprio quella di migliorare l'isolamento acustico tra gli appartamenti, così da aumentare il livello di privacy da un lato e dare maggior libertà d'azione in casa propria dall'altro. Per questo esistono diversi sistemi di pareti e controsoffitti isolanti, i pannelli fonoisolanti di oggi sfruttano le proprietà dei materiali per ridurre notevolmente la diffusione del rumore e in più sono soluzioni facili da applicare, anche in spazi dove già si vive.

Anche la correzione della trasmissione del suono è un fattore che oggi è facilmente gestibile con pannelli, pareti e controsoffitti, in grado di assorbire il suono e correggere l'effetto di riverbero negli spazi. Pensa alla palestra di prima e al nostro maestro di Zumba, se la stanza avesse delle pareti e magari anche il soffitto realizzato ad esempio con Akustika, sentiresti perfettamente le sue istruzioni e oggi, ne siamo certi, conosceresti alla perfezione tutte le coreografie. Oppure, se queste doghe da parete fossero installate in ufficio, si ridurrebbe di gran lunga il rumore di fondo di telefoni e fotocopiatrici.

Anche al ristorante i bravi progettisti prevedono l'inserimento di elementi decorativi e strutturali, come separé e muretti, in modo da creare più spazi e isolare le varie fonti del rumore, non sempre questo è possibile o sufficiente, in tal caso si può optare per un rivestimento delle pareti che abbia la duplice funzione di decorare e di migliorare l'effetto acustico della stanza. Così tu puoi fare una cenetta romantica senza dover urlare o chiedere ogni due parole “cosa hai detto scusa?”.

News correlate