Menu news

Filtra News Per Anno

  

Il Discovery Day...After!

E, dunque, dopo molte settimane di lavoro, il Discovery Day è arrivato.

Ci riesce difficile spiegarvi la sensazione che proviamo in questo momento. Da una parte c'è la soddisfazione nell' aver visto la sala Academy piena di persone, il piacere di aver conversato e scambiato opinioni con i partecipanti, la speranza di aver trasmesso nuove visioni e nuovi  strumenti. Dall'altra ci sentiamo sollevati per aver concluso l'intenso periodo di preparazione all'evento ma anche nostalgici nell'aver, appunto, portato a termine tutto questo.

 

E' stato entusiasmante ospitare partner e distributori nella nostra sede rivisitata e mostrare loro chi siamo, non solo cosa facciamo, quali sono le nostre idee sul mondo delle superfici e quali sono i valori nei quali crediamo. In altre parole, abbiamo raccontato loro la nostra identità.

Lo abbiamo fatto fin dal primo momento, accogliendoli con un caffè in un'area picnic (con tanto di prato vero) allestita all'interno del magazzino: un luogo autentico, dove il servizio viene prima di tutto.

Li abbiamo poi accompagnati a visitare i 4 spazi Skema dedicati: l'Atelier, lo Shop In Shop, L'Officina Design e la sala  Academy. Sono ambienti con strutture e finalità diverse che ben rappresentano i punti fermi della filosofia del Discovery Day: svelare, mostrare, cambiare.

Nell'ATELIER tutti hanno potuto visitare un luogo di incontro dove parlare anche di materie, superfici e progetti in modo ampio, senza scendere nei tecnicismi, un luogo dove scoprire la piacevolezza della gamma Living e avvicinarsi ai concetti del Mood Feeling. E' questa l'idea di “Piazza Skema”, dove incontrarsi senza darsi appuntamento.

Nello SHOP IN SHOP abbiamo svelato lo spazio dove i prodotti assumono il loro ruolo di protagonisti dell'attività commerciale e nel quale prende forma l'importanza dei sistemi espositivi.

L'OFFICINA DESIGN è stata la cornice in cui abbiamo spiegato dove nascono i prodotti ed è anche il luogo nel quale sperimentiamo le combinazioni di materie e colori e dove i nostri ospiti hanno potuto toccare con mano la genesi dell'innovazione.

E ultima, non certo per importanza, la sala ACADEMY. 

Academy è formazione: online, tramite il canale Youtube di Skema, e offline, proprio nella sala nella quale ieri abbiamo ascoltato gli interventi del signor Domenico Barabas, amministratore unico di Skema, del signor Raffaele Ferrara, Marketing Manager, e del nostro ospite Arch. Gianluca Cislaghi, specialista in concept e vision. Non si è trattato di Lectiones Magistrales per insegnare qualcosa, ma di inviti a ripensare e rivedere i nostri concetti riguardo al mondo delle superfici.

Domenico Barabas ci ha introdotto l'importanza del Discovery Day per Skema, inteso come giorno nel quale si completava, proprio attraverso la condivisione con gli altri, una piccola “rivoluzione industriale” basata sulla presa di coscienza che il mondo è cambiato e così gli stili di vita e le richieste del mercato . Per questo è diventato necessario dare nuove risposte e rendere primari alcuni valori un tempo considerato secondari: il rispetto per l'ambiente, il brand, la comunicazione, ma anche l'importanza della partecipazione della rete di distribuzione alla rivoluzione in atto.

Raffaele Ferrara ci ha accompagnato all'interno del tema dell'Identità, dello scoprire (nel senso di togliere la copertura) i valori aziendali, spingendo i partecipanti a considerare il fatto che sono le scoperte, più delle invenzioni, a cambiare la vita delle persone. E ancora la necessità di comprendere il bisogno del consumatore finale di vivere un'esperienza d'acquisto, più che svolgere un acquisto, e la conseguente necessità di imparare a presentare i prodotti partendo dalle emozioni.

Infine l'Arch. Cislaghi ci ha dato una visione chiara e professionale sulla differenza fra un materiale naturale e uno replicante, rimarcando a sua volta quanto l'identità sia il punto di partenza per ogni progetto: è l'identità che si vuole dare a uno spazio, la sensazione che si vuole trasmettere, ciò che conta; la scelta del pavimento, in legno o laminato, sarà una conseguenza.

Il Discovery Day è stata una giornata di incontro ricca di spunti interpersonali, intellettuali, tecnici e sensoriali, che abbiamo voluto offrire ai partecipanti in modo libero,  perché ognuno potesse trarre le proprie conclusioni, sfruttare ciò che sente più utile, applicare i suggerimenti che crede più adatti a migliorare il proprio modo di operare. Noi abbiamo semplicemente fatto ciò che sentivamo di dover fare: dare il via a un processo di trasformazione che ognuno dei nostri partner potrà proseguire in modo personale. 

Perché “l'unico modo per rimanere noi stessi è cambiare”.

 


Approfondimenti al tema:

Potete visionare il numero di Skema Magazine dedicato al Discovery Day qui.

 

 

 

 

News correlate