Menu news

Filtra News Per Anno

  

Fonoisolante o Fonoassorbente: qual è meglio per l'acustica di un ambiente?

 

 

Nei progetti architettonici la differenza tra materiali fonoassorbenti e fonoisolanti c'è, e si sente. 

materiali acustici sono i protagonisti di ogni progetto edilizio che considera il suono come uno degli elementi base per il benessere negli ambienti.
Del resto, il tema dell'acustica architettonica è sempre più d'attualità, cresce l'esigenza di prodotti edili tecnologicamente evoluti e capaci di correggere e modellare le onde sonore negli spazi interni per ottenere comfort acustico.


Ma perché abbiamo questa attenzione al suono?


Perché il suono è parte di noi. È tanto importante che il senso dell'udito si sviluppa quando ancora siamo nel grembo materno. 
Il suono può essere un richiamo ancestrale, un'onda che ci attraversa e ci richiama alla nostra natura più istintiva e libera. 
È così funzionale che siamo riusciti a modularlo e renderlo un veicolo per comunicare con le altre persone. Abbiamo fatto molto di più, prima ancora di imparare a parlare, lo abbiamo trasformato in musica.

Nei secoli abbiamo imparato come incanalarlo, potenziarlo e anche ad attutirlo. Il nostro continuo progredire tecnologico ci ha portato a voler differenziare il suono dal rumore, esaltando il primo e cercando di eliminare il secondo. Quello che oggi chiediamo a pareti fonoassorbenti, pannelli isolanti e controsoffitti è proprio una discriminazione tra suono e rumore.

 

Da qui nasce una distinzione fondamentale tra i materiali acustici, che si dividono in fonoassorbenti e in fonoisolanti.

 

I materiali fonoisolanti
Sono tutti i materiali che impediscono al rumore di diffondersi all'esterno dell'ambiente, oppure dall'esterno verso l'interno, come i rumori della strada che non penetrano in casa. Si crea una sorta di scatola chiusa dove appunto l'isolamento acustico limita la trasmissione del suono da uno spazio all'altro. 

 

I materiali fonoassorbenti e fonocorrettivi

A differenza dei primi, non impediscono al suono di attraversarli bensì ne controllano le riflessioni, migliorando la qualità acustica dell'ambiente. Vengo applicati negli auditorium, nelle sale di registrazione, ma anche nelle aule scolastiche e in tutti gli ambienti dove si vuole ottenere un suono diretto.
I materiali fonoassorbenti e fonocorrettivi possono essere di vari tipi: porosi, come lana di vetro e di roccia, le schiume e le fibre di legno; pannelli vibranti e i pannelli forati risonanti assorbenti.

 

Per ottenere un effetto sonoro ottimale si devono considerare molti fattori e spesso più che scegliere un materiale è bene pensare ad un sistema integrato in cui applicare più elementi che contribuiscono al comfort acustico.
 
Quest'ultimo è anche il principio che sta alla base del nostro studio sull'acustica degli ambienti e che ha portato alla realizzazione della linea Vertical.


Per saperne di più:

Guarda il video 

Scopri i prodotti del sistema Vertical

 

 

News correlate