Menu news

Filtra News Per Anno

  

Architect@Work è stata un successo, ma è solo l'inizio dell'avventura francese di Skema

Se ci seguite su Facebook saprete già che il 2 e il 3 giugno abbiamo partecipato all'edizione lionese di Architect@Work, la fiera internazionale dedicata all'architettura e al design.

Architect@Work è un appuntamento esclusivo: è dedicato solo agli addetti ai lavori, i materiali e i servizi presentati devono essere innovativi, c'è un ricco programma di seminari e gli espositori devono superare una selezione tecnica per poter essere presenti con un proprio stand.

Avevamo affrontato la nostra precedente partecipazione all'edizione di Milano nel novembre 2015 con trepidazione, certo, ma anche con una sorta di sicurezza, forse perché giocare “in casa” è sempre un po' più facile; questa volta, a Lione, tutto è stato diverso, trattandosi della nostra prima esperienza in Francia, e così, insieme alle valigie e alle casse con i materiali per lo stand, siamo partiti anche con qualche dubbio, molta curiosità e tantissime aspettative.

Ora possiamo dire che nessuna è stata tradita.

Anzi, abbiamo addirittura imparato cose nuove. Per esempio siamo stati sorpresi nello scoprire che un dato per noi ovvio come quello della compatibilità dei prodotti SKEMA con i riscaldamenti a pavimento, ben assimilato ormai dal mercato italiano, non lo fosse altrettanto per i nostri interlocutori esteri: la richiesta di conferme in tal senso è stata veramente notevole e ci ha fatto riflettere su alcuni aspetti del nostro lavoro.

Durante questi due giorni l'attività presso il nostro stand si è concentrata in particolare sulla presentazione di due dei nostri prodotti di punta: FLEX e NADURA.

Mentre FLEX ha riscosso successo immediato grazie al suo spessore sottile combinato alle ampie dimensioni, NADURA ha conquistato i nostri interlocutori con un effetto “a scoppio ritardato”: apprezzato, di primo acchito, per la sua ecosostenibilità, è stato necessario far capire che si trattasse di un prodotto completamente in legno nonostante gli effetti materici, caratteristica che una volta compresa ha però suscitato grande entusiasmo e richieste anche per usi alternativi, come piani di lavoro per cucine o top di mobili.

 

In conclusione, ce ne siamo tornati a casa con la soddisfazione di aver conquistato i cugini d'oltralpe e di aver visto a Lione un interesse verso i prodotti SKEMA ancor maggiore rispetto a quanto visto a  Milano, interesse che ha prodotto numerosi contatti qualificati non solo fra architetti, ma anche fra prescrittori.

Tuttavia l'avventura francese non si è affatto conclusa con Architect@Work.

Entro la fine di giugno, proprio a Lione, aprirà Spazio Pro, una nuova forma di spazio espositivo multiprodotto che raccoglierà grandi marchi dell'arredamento, delle finiture, dei tendaggi e di tutto ciò che riguarda il design degli ambienti abitativi.

In questa materioteca, gestita dalla nostra agenzia per la Francia CLT CONCEPT composta da Luigi Tabita e Corinne Pilloz, SKEMA sarà esclusivista per le superfici.

 

Enrico IV di Francia disse “Parigi val bene una messa” e noi ribattiamo dicendo “Lione val bene una fiera”!


Approfondimenti al tema:

 

Scoprite di più su FLEX e NADURA  

 

News correlate