Menu news

Filtra News Per Anno

  

Naturale, puro, sano: parliamo di cibo o di Lindura?

 

Ah! Dicembre. Il mese delle feste e delle cene tra amici! Dei maglioni con le renne, delle decorazioni, delle luci di Natale, dei panettoni e del vin brulé.
Ma noi che siamo sempre alla ricerca di novità, oggi non vi raccontiamo la classica storia di Natale, oggi ci catapultiamo negli spazi innovativi del primo Plant Based bistrot di Bologna.
Il tema del cibo è uno dei nostri preferiti ma lo è anche quello dell'innovazione e quando queste due cose si uniscono non possiamo che parlarne con toni entusiastici. 
Anche perché dietro al Botanica Lab Cucina di Bologna c'è una filosofia precisa che non pensa semplicemente a sfamarti ma vuole portare nell'esperienza culinaria dei principi sani e naturali, e con tanto gusto.

Un ambiente che nutre anche lo sguardo

Quando si entra, si trova subito lo spirito dei tipici bistrò ma con un tocco leggero e moderno. La vera particolarità però sta nei piatti proposti, solo ricette che uniscono due tipologie di cucine, quella con cottura e quella crudista, il tutto utilizzando solo prodotti vegetali di alta qualità, bio e stagionali.
Ma l'esperienza che l'ideatrice di questo spazio, Anna Artesiani, vuole dare è totale, forte del pensiero che solo in uno spazio accogliente e curato si può davvero gustare il cibo.
Per questo si è affidata a Fiorenza Tarroni Studio per la progettazione degli ambienti. 
La cucina, che occupa lo spazio centrale del locale, è tutta a vista e rifinita in marmo. Le grandi lampade a muro ‘Marseille', progettate negli anni ‘40 da Le Corbusier, illuminano i tavolini disposti tutti attorno alla cucina, fulcro e fucina delle opere che ogni giorno escono sottoforma di innovative ricette.

Perché vi abbiamo raccontato tutto questo?

Ma ovviamente perché in questo innovativo ambiente c'è il contributo di Skema. Il pavimento del bistrò è infatti un bellissimo Lindura Elementary. 
Potremmo dirvi che è stato scelto per la sua resistenza (ed è vero) potremmo dirvi che è stato posato per la sua bellezza che si sposa perfettamente con gli arredi scelti (ed è vero anche questo) ma il motivo per cui Lindura Elementary è stato la scelta ideale, è perché si tratta di un prodotto che rispetta la filosofia stessa del Botanica Lab Cucina: naturale, puro, sano.

Foto di Giacomo Maestri Fotografo

Se siete dalle parti di Bologna e volete fermarvi e gustarvi l'esperienza del Botanica Lab potete trovare tutte le informazioni utili al loro sito: www.botanicalab.com


IL PRODOTTO USATO: LINDURA

Lindura è la rivoluzione del pavimento in legno. Niente colle, niente aggrappanti, solo materia che si fonde e crea un pavimento in legno caldo e accogliente ma anche ultraresistente all'impatto e all'usura. Lindura è il frutto dell'unione di una plancia di legno naturale con il Wood Powder, il composto brevettato di fibra lignea e resina che penetra nei pori del legno. Nasce così un nuovo pavimento in legno strutturato, da posare anche in spazi fino ad ora proibitivi. Skema propone Lindura sia finito a olio sia verniciato con prodotti eco friendly resistenti e facili da pulire. 
La struttura di Lindura si compone di uno strato nobile in rovere in superficie, lo strato permeato di fibra lignea e resina “Nadura”, quindi uno strato HDF Aquasafe e una base bilanciante in legno.   
Lindura Elementary è una delle sei proposte con finitura olio, dal colore chiaro, che richiama le tonalità naturali del rovere e lascia in vista venature, nodi e fiamme. Si presenta nel formato 2600x320x11 mm, è compatibile con impianti di riscaldamento a pavimento, può essere posato sia a secco, sia in aderenza totale ed ha una reazione al fuoco Blf-s1. 
Scopri tutta la linea Lindura

 

News correlate